Brescia: Addio piccolo angelo volato via troppo presto.

CONDIVIDI

Non ce l’ha fatta il piccolo di 8 anni di Brescia che giovedì mattina ha tentato il suicidio a Brescia. Il bambino è stato trovato dai genitori impiccato: immediato l’arrivo dei soccorsi e il trasporto d’urgenza all’ospedale Civile di Brescia. I medici hanno fatto di tutto per cercare di salvarlo ma il piccolo è deceduto nella notte.

Tutto è accaduto a Travagliato, un comune del basso bresciano. Giovedì, a ora di pranzo, il piccolo era tornato da scuola. Quel giorno aveva il rientro ma lui non ci voleva riandare. Una discussione con i genitori, il rimprovero poi il ragazzo va nella sua stanza. Dopo poco la mamma lo chiama ma lui non risponde. La donna apre la porta e fa un urlo straziante. Il bambino si era avvolto una sciarpa intorno al collo, era salito sull’armadio dove l’aveva legata e poi si era lanciato rimanendo impiccato. Sul posto sono intervenuti i soccorritori della Croce azzurra di Travagliato e i Carabinieri della compagnia di Chiari. La famiglia di origini pakistane aveva anche altri figli. In ambulanza, rianimato dai soccorritori, il cuore del ragazzo aveva ripreso a battere lasciando ben sperare ma si è fermato subito dopo. Nella notte il decesso. Nessuna lettera, nessun disaggio, niente di niente.

 

Una famiglia normalissima distrutta da un’immane tragedia. Il piccolo deve aver covato tanta frustrazione e si è sentito incompreso in seguito al rimprovero e ha deciso, forse, di fargliela pagare ai genitori. Ma le cose sono finite male e lui ha perso la vita a solo 8 anni. Appresa la triste notizia il sindaco di Travagliato, Renato Pasinetti ha dichiarato: “Con grande dolore ci stringiamo attorno alla famiglia per la perdita del piccolo figlio e fratello. Un gesto inspiegabile, sia per la mancanza di situazioni che ne possano dare una qualche spiegazione, sia soprattutto per la giovanissima età, che dovrebbe essere dedicata solo al gioco e alla famiglia”.

 

La notizia della morte del bambino ha scioccato l’intero paese, gli insegnanti, gli amici e i compagni di scuola.

Una morte inspiegabile e che ha sconvolto un intero paese.

Noi non possiamo fare altro che unirci al dolore della famiglia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

 

loading...